Come abbiamo visto solo poche settimane fa per Glimpse, dove l’acquisto diventa sociale, oggi una cosa analoga accade per Pulse. Grazie alla tecnologia HTML5 e a Internet Explorer, il celebre aggregatore di notizie entra esso stesso nel Web, cosa resa possibile anche, e soprattutto, dalla collaborazione con Microsoft.

Non più mera applicazione, sebbene di notevole successo, disponibile per dispositivi portatili, Pulse diventa punto di riferimento di Internet entrando nella rete con la semplicità e l’immediatezza che abbiamo viste anche in Glimpse.
Registrando un nuovo account, oppure entrando con quello creato in precedenza, è possibile selezionare i siti di maggiore interesse, suddivisi per categorie, così come aggiungerne di altri, cosa che rende la web application straordinariamente personalizzabile dall’utente.

Sulla colonna di sinistra del browser sono presenti le categorie che possono essere aggiunte o tolte a scelta, ognuna delle quali si compone dei siti da noi selezionati, affinché si possa accedere velocemente alle notizie più interessanti. In ogni momento è possibile apportare delle modifiche alle proprie preferenze che, se loggati, si ripercuoteranno anche nelle applicazioni installate nei dispositivi mobili o, semplicemente, in altri computer.

Pulse non è un semplice lettore di Feed così come ne conosciamo molti altri, ma un vero e proprio aggregatore interattivo, una maniera per il Web di aiutare ad usufruire meglio del Web medesimo, dove il contenuto è messo in posizione centrale e il contenitore è stato progettato e realizzato per la più semplice e intuitiva utilizzabilità.

Nonostante funzioni con ogni moderno browser, esattamente come accade per Glimpse, anche Pulse darà il meglio di sé sui nuovi dispositivi con sistema operativo Windows 8 dotati di schermo touch screen, in cui il nuovo browser Internet Explorer 10 migliorerà sensibilmente l’esperienza.

Se volete iniziare a provare la nuova esperienza il sito è www.pulse.me.

 

 
Il Team di Windows