Per garantire la massima libertà ai suoi utenti, Microsoft ha realizzato il nuovo Windows non solo in modo da renderlo fruibile su una moltitudine di dispositivi, ma anche in grado di essere personalizzato secondo le scelte di chi usa quotidianamente il sistema operativo.

La vita è fatta a colori e non in bianco e nero: questo è ciò che trasmette la policromatica schermata Start dove primeggiano le proprie app che, ovviamente, possono essere scelte e disposte dagli utenti nel modo preferito.

La personalizzazione del PC o tablet inizia dalla schermata di blocco, dalla schermata Start e dall’immagine account. Facendo scorrere un dito dal bordo destro della schermata o, se si usa un mouse, portando il puntatore sull'angolo superiore o inferiore destro e spostandolo verso l'alto o il basso, selezionare la voce Impostazioni seguita da Modifica impostazioni PC in basso a destra. Si accede in questo modo a una serie di opzioni che sono modificabili a scelta dell’utente. La prima di queste è Personalizzazione per rendere unico il proprio PC o tablet. Qui, infatti, gli utenti possono apportare modifiche alla Schermata di blocco, Schermata Start e Immagine account.

Una volta in questa sezione, si può procedere alla prima fase della personalizzazione scegliendo uno sfondo per la schermata di blocco tra quelle predefinite o tra quelle personali usando il pulsante Sfoglia. Nella schermata di blocco è inoltre possibile visualizzare alcune notifiche, come ad esempio email e messaggi ricevuti. Nella sezione App schermata di blocco è possibile selezionare quali notifiche selezionare.

Allo stesso modo è possibile modificare l’aspetto cromatico della schermata Start come si preferisce o, ancora, spostarsi nella sezione per la modifica dell’immagine dell’account.

Il cuore pulsante delle attività sul nuovo Windows è la schermata Start, che può essere personalizzata anche grazie alle applicazioni preferite tra quelle già presenti nel nuovo sistema operativo o quelle scaricabili in forma gratuita o a pagamento dal nuovo Windows Store. Per creare un collegamento a un’app già installata sul vostro device o a una delle funzionalità del sistema operativo utilizzate più frequentemente nella schermata iniziale del nuovo Windows, scorrete un dito dal bordo destro della schermata o con il movimento del mouse dall’alto verso il basso (o dal basso verso l’alto) sull’angolo destro, come indicato all’inizio, e scegliete la voce Ricerca indicando il nome dell’app o della funzionalità che si desidera aggiungere.

Una volta individuato ciò che si desidera con lo strumento di ricerca o dall’elenco generale (caso, quest’ultimo, mostrato nell’immagine), trascinando un dito velocemente dall’alto verso il basso sulla propria scelta (indicata nell’esempio dal riquadro rosso numero 1) o cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse, questa sarà selezionata e si potrà scegliere di aggiungerla alla schermata Start con l’apposito pulsante (indicato nell’esempio dal riquadro rosso numero 2).

Come mostra l’esempio, la personalizzazione è avvenuta scegliendo di portare il famoso Blocco note di Windows direttamente nella schermata iniziale.

Il gesto di trascinare velocemente il dito dall’alto verso il basso su un’app (o di cliccarci sopra con il tasto destro del mouse) è utile anche nella stessa schermata Start, dove, una volta scelto il riquadro preferito, è possibile poi rimpicciolirlo o ingrandirlo se l’app selezionata supporta tale opzione.

Una volta selezionata un’app di forma rettangolare (nel nostro esempio l’app Contatti indicata nel riquadro rosso numero 1), si può scegliere di ridimensionarla usando il pulsante Più piccolo (nell’esempio il riquadro rosso numero 2) per poi spostare l’app stessa dove più si preferisce.

Allo stesso modo è possibile aumentare le dimensioni delle app che usano un “piccolo” quadrato o, ancora, se si preferisce, rimuovere da Start l’applicazione, disinstallarla o disattivare le animazioni dove presenti.

La personalizzazione è possibile non solo per la schermata Start, ma anche per il più tradizionale Desktop. Qualora si voglia personalizzare la barra delle applicazioni di quest’ultimo, si procede in modo simile a quello indicato per la schermata iniziale.

Supponiamo di voler aggiungere Internet Explorer 10 nella barra delle applicazioni perché eliminato accidentalmente da quest’ultima.

Se l’app è presente nella schermata Start (nel nostro esempio è IE10 nel riquadro rosso numero 1) ed è inseribile nella barra delle applicazioni del desktop, trascinando il dito sulla stessa app o cliccando su quest’ultima con il tasto destro del mouse saranno disponibili delle azioni tra cui Aggiungi alla barra delle applicazioni (nell’esempio è il riquadro rosso numero 2).