Internet Explorer e Ubisoft portano i pirati di Assassin’s Creed sul web

Oggi annunciamo una nuova partnership con Ubisoft con cui lanciamo la prima, esclusiva, versione di Assassin’s Creed per un web più moderno grazie all’HTML5, grafica WebGL 3D e JavaScript. Assassin’s Creed Pirates Race (ACPR) è disponibile come titolo gratuito in tutto il mondo e in cinque lingue differenti. La modalità di gioco è basata sulla popolare versione di Assassin’s Creed Pirates per iOS che permette di vestire i panni di Alonzo Batilla, un giovane capitano che guida la sua nave attraverso le acque dei Caraibi, evitando mine e ostacoli durante la ricerca del tesoro.

ACPR è il primo titolo demo sviluppato per il web utilizzando il framework open source Babylon.JS, uno strumento che gli sviluppatori hanno a disposizione per rendere più semplice e interoperabile la costruzione di giochi in 3D. E per i giocatori più avventurosi annunciamo anche un’altra novità: un concorso per aggiudicarsi la Collector’s Black Chest Edition di Assassin’s Creed e una Xbox One, creando da soli uno shader con Babylon.JS. Bastano pochi minuti e non c’è bisogno di essere uno sviluppatore professionista per giocare con il codice e creare qualcosa. Trovate più in basso i dettagli del contest.

Sviluppato dalle fondamenta per browser moderni ottimizzati per il touch

Spiegate le vele e con un semplice tocco delle dita sul timone virtuale, girate la nave e navigate attraverso il profondo mare azzurro dei Caraibi. Timonate evitando ostacoli e gareggiate con altri pirati in giro per il mondo per ottenere il punteggio più alto. Ogni volta che viene lanciato il gioco, troverete una scena sempre diversa e originale, con variazioni del meteo e dell’ora del giorno – dando ai giocatori un’esperienza nuova ad ogni accesso. Per lanciare più velocemente Assassin’s Creed, è possibile aggiungerlo alla schermata Start di Windows, così da salpare con un solo click! Ma non è tutto: con la divisione dello schermo in due si possono aggiungere gli amici di Skype e gareggiare su un percorso comune, simultaneamente.

Le prestazioni superiori in 3D, il touch più preciso e le migliorie nel WebGL, rendono l’ultimo Internet Explorer il miglior browser per provare ACPR. La maggior parte dei giochi per il web richiedono una risoluzione dello schermo specifica, per cui il gioco può funzionare solo se il display la supporta e su un unico tipo di dispositivo. ACPR è davvero differente. Sia che vogliate giocare su un tablet da 8 pollici o su un grande schermo da 24 pollici con un mouse, Assassin’s Creed Pirates Race si adatta all’esperienza di navigazione, rilevando in automatico quale dispositivo Windows si sta utilizzando e il sistema di input in funzione. Tutto nell’ottica di proseguire il progetto Rethink con cui ripensare il web, scrivendo codice interoperabile che lavori bene su display e dispositivi diversi.

“Quando Assassin’s Creed Pirates è stato realizzato su piattaforma mobile ha ricevuto diversi complimenti per la sua visuale innovativa. Per questo si è cercato di capire se un gioco del genere fosse possibile anche sul web. È davvero difficile prevedere dove potrà arrivare il gaming sul web ma siamo sicuri che Babylon.JS e Internet Explorer oggi, in termini di gioco, siano grandi piattaforme per dimostrarne il potenziale” – ha detto François Bodson, Studio Manager.

Costruito con Babylon.JS

Babylon.JS è una piattaforma open-source semplice da utilizzare ma allo stesso tempo molto potente. Il suo motore 3D è stato costruito con WebGL, JavaScript e TypeScript. Sviluppato da un team di quattro evangelisti e sviluppatori di Microsoft, David Catuhe, David Rousset, Michel Rousseau e Pierre Lagarde, riesce a superare i limiti del gioco in 3D sul web. Con Babylon.JS, gli sviluppatori possono velocemente aggiungere elementi fisici, eventi e collisioni, luci, angoli di camera, textures, effetti e nuove scene 3D con una conoscenza minima del codice. La piattaforma è stata sviluppata fin dalle basi con elementi adattabili che vengono ricompilati dal vivo. Babylon.JS può girare su dispositivi diversi e permette di utilizzare gli shader, realizzati esternamente, senza l’onere di gestire il WebGL da zero. Si può imparare di più su Babylon.JS guardando alcune delle demo realizzate su babylonjs.com o scaricando la repo su GitHub.

Grazie a Ubisoft e Babylon.JS!

Siamo davvero contenti della collaborazione con Ubisoft, che ha permesso di portare un gioco con tale qualità 3D sul web e poterlo aggiungere alla collezione delle Rethink Experiences.

Sviluppatori, seguite @iedevchat per imparare di più su Babylon.JS e sugli strumenti di sviluppo gratuiti di Microsoft.

-Il Windows Team